La nostra credibilità sta nella concretezza del lavoro che stiamo realizzando

COS’È CAMPANIA TRASPARENTE?

E’ un’azione di sistema, studio, conoscenza e monitoraggio del territorio.

L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, in sinergia con i più autorevoli enti di ricerca, ha studiato un percorso virtuoso che, processando il territorio ed i suoi frutti, dirama nei mercati del mondo informazioni trasparenti sulla salubrità dei prodotti campani.

PIANO

Attività di indagine preliminare Omogeneità delle attività di campionamento ed analisi. Il punto di forza dell’intero piano consiste nell’omogeneità delle attività di campionamento e degli analiti da ricercare in prodotti di origine animale, vegetale, suolo, acqua, aria e fluidi biologici umani. La realizzazione del reticolo su tutto il territorio regionale, risultato dell’intersezione di dati esistenti e delle aree rappresentative, ha portato all’individuazione di 4700 celle di diverse dimensioni, che garantiscono una rappresentatività dell’intero territorio regionale. la Campania è stata suddivisa in:

  • celle 4×4 [km] aree boschive a basso rischio potenziale
  • celle 2×2 [km] aree prevalentemente agricole
  • cella 1×1 [km] aree a rischio potenziale maggiore

MISSION

Trasparenza, sicurezza, salubrità e innovazione tramite un sistema di garanzia delle produzioni agroalimentari che racchiude un piano di monitoraggio integrato su scala regionale con l’obiettivo di ottenere una rappresentazione del territorio e dell’esposizione dell’uomo a potenziali fonti inquinanti. L’interpolazione dei risultati relativi ad analisi su matrici alimentari, ambientali e biologiche umane lo rendono uno strumento unico nel suo genere per il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • Garantire la sicurezza dei prodotti agroalimentari della Regione Campania, tramite l’analisi dei prodotti stessi e del contesto ambientale di produzione;
  • Sensibilizzare le aziende produttrici alla adozione di comportamenti virtuosi idonei a garantire la qualità dei prodotti e dell’ambiente in cui operano;
  • Acquisire ulteriori dati utili alla determinazione dei valori di fondo naturale per il suolo e le acque sotterranee sull’intero territorio regionale;
  • Arricchire il patrimonio di dati ambientali e sanitari già disponibili, integrarli, verificare eventuali correlazioni tra lo stato dell’ambiente e lo stato di salute della popolazione, al fine di ottenere una mappa di rischio ed indicare nuovi modelli di prevenzione primaria;
  • Fornire al decisore politico strumenti di supporto per il coordinamento e l’integrazione tra politiche ambientali, agricole e sanitarie.

Matrici Alimentari

PRODOTTI VEGETALI

In ogni cella è individuata un’azienda vegetale nella quale vengono effettuati campioni di acqua, suolo e matrice alimentare

Il Piano prevede 4700 campioni di prodotti di origine vegetale.

PRODOTTI ANIMALI

Gli allevamenti bufalini, bovini o ovicaprini sono selezionati in funzione della rappresentatività zootecnica in rapporto ai corpi idrici sotterranei,  nei quale sono prelevati campioni di latte e acqua

772 allevamenti campionati

Animali come bioindicatori

Per lo studio delle relazioni tra qualità dell’ambiente, il bioaccumulo o la bioconcentrazione di contaminanti tossici e persistenti negli alimenti di origine animale, risulta consolidata l’attenzione verso gli animali quali bio-indicatori.

Oltre ai campioni di latte come bioindicatori, sono stati prelevati:

  • 254 campioni di Api e Miele
  • 624 campioni di Gasteropodi
  • 131 campioni di Animali Selvatici

Matrici Ambientali

SUOLO

Saranno prelevati 4700 campioni compositi di top soil, in corrispondenza dei prelievi delle matrici vegetali, salvo casi in cui non è possibile individuare l’azienda all’interno della cella.

Il modello scientifico basato sulla biodisponibilità per la caratterizzazione dei suoli agricoli della Regione Campania ha l’obiettivo di individuare i criteri per la valutazione dei terreni agricoli, finalizzati ad assicurare la salubrità e la qualità delle produzioni agroalimentari a tutela della salute umana

ACQUA

Saranno prelevati 2500 campioni da pozzi aziendali, distribuiti su tutto il territorio campano, ponendo particolare attenzione alle aree di maggiore interesse ambientale, alle metodiche di campionamento ed all’acquisizione delle informazioni relative ai pozzi oggetto di indagine.

ARIA

Il monitoraggio della qualità dell’aria verrà effettuato utilizzando metodologie standard basate su che consentono un’elevata densità di punti misurati ed un disegno sperimentale razionale. Con l’utilizzo di questi metodi sarà possibile fornire indicazioni territoriali su un vasto set di inquinanti inorganici ed organici non monitorati dalla rete di rilevamento regionale.

Le attività di monitoraggio dell’aria sono in fase di pianificazione.

Area Medica

AREA MEDICA – SPES

Il valore aggiunto all’intero piano è dato dall’inserimento dell’uomo a chiusura di un ciclo che riguarda AMBIENTE, CIBO e SALUTE.

Nelle cinque province campane saranno effettuate analisi su campioni di popolazione ben definiti sulla base di uno studio innovativo di valutazione del rischio salute, volto a verificare la reale esposizione dell’uomo a contaminanti di natura antropica e/o naturale presenti in matrici ambientali e i relativi effetti, aprendo nuovi scenari alla conoscenza del rapporto Ambiente-Salute. Inoltre, queste valutazioni insieme al corretto inquadramento dello stile di vita dei soggetti esaminati e ai dati ambientali delle aree di campionamento, permetterà di costruire una  mappa integrata di potenziale rischio ambientale e sanitario regionale utile all’impostazione di innovative politiche sanitarie pubbliche di prevenzione del rischio salute soprattutto per popolazioni che vivono in aree ad alto impatto ambientale e di indirizzare prioritariamente politiche di risanamento ambientale per ridurre e/o annullare gli indici di rischio laddove risultano maggiori. Il progetto si svolgerà in collaborazione con le più importanti realtà Nazionali ed Internazionali.

spes.campaniatrasparente.it

Come aderire?

PER LE AZIENDE

L’Azienda può diventare partner del Piano Campania Trasparente, beneficiando del sistema QR Code Campania, per certificare la salubrità dei propri prodotti, e delle azioni di Marketing previste per la rivalorizzazione del territorio campano.

Attraverso la trasparenza e la semplicità QR Code Campania aiuta le aziende a riprendere credibilità nei mercati Nazionali ed Internazionali, tutelando i consumatori rispetto alla salubrità dei prodotti che acquistano.

A seguito di una visita in Azienda, valuteremo il rischio correlato ai prodotti per la definizione di un piano analitico.

I campioni prelevati saranno analizzati presso l’IZSM e successivamente pubblicati

sulla pagina aziendale attiva sul sito www.qrcodecampania.it

PER I CITTADINI

La garanzia si ottiene attraverso la trasparenza per e con il cittadino. Chiunque può partecipare attivamente a tutte le fasi del progetto (valutazione, campionamento e analisi).

Segui i campionatori effettuando i prelievi di acqua, suolo e prodotti, entra nei nostri Laboratori per osservare come vengono eseguite le analsi e siedi ai tavoli tecnici per ascoltare le evoluzioni e darci la tua Opinione.

La Campania è la prima regione ad ideare ed implementare tale modello finalizzato alla tutela del consumatore. Un modello trasparente atto a garantire la salubrità dei territori e dei prodotti campani

La nostra credibilità sta nella concretezza del lavoro che stiamo realizzando

CONTATTACI

Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno, Via Salute, 2 – 80055 Portici (Napoli) Tel. +390817865111 – Fax. +390817763125 E-Mail.: strategia@izsmportici.it – Codice Fiscale 00292370632 – Partita Iva 01239801218 Copyright 2015 – Tutti i diritti sono riservati.